Skip to main content

Autore: adminabc

Gli amministratori di condominio sono tenuti a far eseguire le analisi dell’acqua?

Trinwasser fliesst aus einem Wasserhahn in ein Glas

Il D.Lgs 2/2/2002 n. 27, che apporta modiche alla disciplina sulle acque destinate al consumo umano, D.Lgs 31/2001, specifica che il gestore della rete idrica pubblica è responsabile della qualità dell’acqua erogata fino al punto di consegna, inteso come il punto in cui si verifica l’allaccio del condominio.

Da quel punto in poi l’impianto è di proprietà del condominio e, quindi, anche la responsabilità della qualità dell’acqua erogata ai condomini è in capo all’amministratore del condominio.
Nei casi in cui i parametri dell’acqua che fuoriesce dai rubinetti non siano entro i limiti di legge, seppure al punto di consegna questi vengano rispettati, la ASL di competenza territoriale potrà imporre, ai fini della tutela della salute pubblica, l’esecuzione di interventi finalizzati a migliorare la qualità dell’acqua erogata e ripristinare i parametri imposti dalla legge. In tali casi sono anche previste sanzioni a carico dell’amministratore.
Per la valutazione della qualità dell’acqua di un condominio comunemente viene consigliato almeno un prelievo a piano terra ed uno nell’ultimo piano per avere un quadro più corretto della qualità dell’acqua erogata, ed eventualmente individuare il punto dell’impianto che determina una contaminazione, chimica o microbiologica.
Detto questo, l’amministratore di condominio ha la responsabilità della qualità dell’acqua erogata ma non un obbligo esplicito di analisi periodica; peraltro appare chiaro come, al fine di garantire la salubrità dell’acqua, un’analisi chimica e microbiologica andrà eseguita almeno una volta all’anno nel silenzio della legge che non definisce frequenza e periodicità con cui debbano essere eseguiti i controlli come, invece, viene richiesto per la gestione degli acquedotti.
La 3A, oltre a occuparsi dell’ Analisi dell’ Acqua per consumo umano, effettua analisi anche per il controllo della Legionella (legionella pneumophila), anch’esso obbligatorio, presso un laboratorio con accreditamento da parte di ACCREDIA.

Pericolo fuga di gas: come diminuire il rischio e mettere in sicurezza gli edifici

bombola gas

 

 

Vi riportiamo qui un interessantissimo articolo scritto dall’Ing. Radiuk Raiko:

 

“Nella terra delle due Riviere, dopo i terribili fatti di Arnasco, dove una fuga di gas ha portato alla morte di 6 persone, l’Ordine degli Ingegneri ha fatto un’analisi sul rischio legato a questa forma di approvvigionamento energetico.

 

 

Nel 2015 nella sola Liguria sono stati 438 gli interventi per incidenti in appartamento dovuti a problemi con il gas e 178 per dissesti statici di vario tipo, come lesioni o addirittura crolli.

 

 

Nella maggior parte dei casi tradotti qua sopra, si è rilevato che i responsabili non erano dotati delle dovute precauzioni che il buon senso porta ad avere, come un rilevatore di gas e un estintore. Questi due apparecchi hanno un costo relativamente basso, sopratutto se paragonato al rischio di subire incidenti domestici, morte compresa. Un rilevatore di gas, ha un costo base di 30-40 €, acquistabile online e facilmente installabile da un professionista, un estintore base ha un costo di 30 €.

 

Consideriamo una spesa per un singolo appartamento di circa 100/150 € tra acquisto dei due oggetti e relativa installazione (non scelti nelle categorie base, ma leggermente superiori per avere una maggiore garanzia di efficenza), con una durata garantita di almeno un paio d’anni (gli estintori a schiuma sono da revisionare ogni 18 mesi, quelli a polvere ogni 36 e per quelli a CO2 ogni 60 mesi, mentre la garanzia di durata del rilevatore è data dalla società produttrice). 

 

Questa è una spesa che le normative attuali non prevedono come obbligatoria, ma il buon senso la consiglia, considerando che è proprio in casa e in auto che si verificano il 74% dei decessi dovuti a incendio.

 

L’Ordine degli Ingegneri appellandosi alla Regione Liguria, ha chiesto il suo intervento nella Conferenza Stato-Regioni perché venga reso obbligatorio il Fascicolo del fabbricato, cioè un documento obbligatorio a tutti gli immobili che contenga gli schemi degli impianti, una classificazione dell’eventuali problematiche, da quelle catastali, a quelle di salubrità, ecc…

 

E’ da diversi anni che i tecnici tendono ad aumentare la sensibilità relativa alle problematiche un’abitazione può avere. Spesso senza successo, sopratutto a livello politico.

 

 

Troppo spesso capita che il buonismo porti a convincerci che le nostre abitazioni siano sicure, questo finché un sisma non lesiona le pareti, un temporale non scoperchia il tetto, la troppa neve non fa crollare un solaio, l’eccessiva pioggia crea problemi alla fondazioni, una fuga di gas porta alla distruzione di parte dell’edificio… Anche se si può dire che tendenzialmente le abitazioni siano sicure nella maggior parte del loro periodo vitale, la filosofia attuale tende a considerare l’eccezionalità dell’evento dannoso attraverso calcoli probabilistici (o semi-probabilistici). 

 

 

In conclusione di questa mia, mi permetto di dare come consiglio di chiedere sempre una consulenza a tecnici abilitati nei rispettivi albi, poiché quelli di cui sopra sono argomenti di studio in continuo aggiornamento, con nuove nozioni che senza le dovute conoscenze è difficile comprendere e mettere in pratica. ”

 

 

Fonte: Condominio News

 

3A aderisce al gruppo VeraCard

La 3Aè lieta di informarvi che ha aderito al circuito VeraCard, consentendo ai possessori di usufruire di scontistiche sulle attività commerciale convenzionate e inoltre di avere un risparmio sulle spese condominiali.

 

 

La 3A offre ai possessori di VeraCard uno sconto del 15% ai nuovi clienti e uno sconto del 5% sui clienti acquisiti.

 

Scopri di più cliccando qui !!

veralogosmall_B

Bando INAIL per la formazione in sicurezza delle PMI

E’ stato pubblicato sulla GU il 19/01/2016 il comunicato INAIL che annuncia il lancio dell’Avviso pubblico INAIL per il finanziamento di progetti formativi specificatamente dedicati alle piccole, medie e micro imprese.

 

L’obiettivo del Bando è finanziare una campagna nazionale di rafforzamento della formazione prevista dalla legislazione vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro

 

Rimandiamo a più informazioni al seguente link.

Regione Sardegna: finanziamenti alle nuove attività

 

 

Ricerca Agenti / Procacciatori d’affari

STRETTA-DI-MANOBuongiorno!

La 3A snc Ricerca Agenti di Commercio e procacciatori di affari nelle province di Savona – Imperia – Genova e Basso Piemonte per ampliamento del proprio network.

Il profilo ricercato, necessariamente automunito, il quale non deve necessariamente provenire dal settore di riferimento, dovrà dimostrare capacità di gestione del proprio lavoro e degli obiettivi produttivi prestabiliti, capacità di reporting e di autonomia organizzativa.

Si richiede disponibilità immediata e massima serietà.

Si offre:

  • Training iniziale
  • Training sul campo con Capo Area
  • Training sul campo con Sales Manager
  • Formazione sulle tipologie di prodotti e servizi venduti
  • Formazione e assistenza sul campo
  • Sostegno all’attività della vendita con formazione tecnica – commerciale
  • Affiancamento operativo
  • Provvigioni ricorrenti ai massimi livelli di mercato
  • Premi al raggiungimento di obiettivi
  • Bonus per obiettivi spot

 

Si invitano i candidati interessati ad inviare la propria candidatura allegando il proprio curriculum vitae tramite la nostra pagina “lavora con noi” corredato dell’autorizzazione al trattamento dei dati personali (ai sensi del D.lgs 196/03)

Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.

Si rimanda inoltre all’annuncio sul sito di QuiVenditori all’indirizzo http://www.quivenditori.com/Ricerca/dettaglio2.asp?Codice_Annuncio=77262001 .

Se pensi che sia un’opportunità interessante per la tua carriera e vuoi informazioni aggiuntive non esitare a contattarci.

 

 

HR Staff – 3A snc

 

Benvenuti

Da oggi anche la 3A snc è presente sul Web.

Nella sezione “Prodotti” potrai trovare i nostri articoli principali, in costante aggiornamento per offriti il miglior prodotto possibile e la miglior soluzione per soddisfare le Tue esigenze.

Una sezione “Servizi” che descrive i servizi principali da noi svolti in modo professionale grazie all’ausilio di tecnici altamente qualificati e ai più importanti partner a livello nazionale.

E’ presente una descrizione aziendale nella sezione “About” che racconta brevemente di noi, dei nostri obiettivi e delle nostre ambizioni lavorative, ovvero la Prevenzione dei Rischi nelle attività.
Fin dalla sua nascita nel 1995, la 3A ha lo scopo di limitare i rischi, prevenendoli o eliminandoli, perché la sicurezza dei lavoratori deve sempre essere messa al primo posto.

Troverai inoltre una sezione dove potrai contattarci, ricevere informazioni e perché no: Lavorare con Noi!!

Infine, questa sezione, la sezione delle “News”, dove periodicamente daremo, a chi ci segue, le notizie più importanti riguardo la nostra società, i nuovi prodotti e le normative inerenti il nostro settore.

  • 1
  • 2